Differenza tra carta di Credito e Carta di Debito (Bancomat)

Carta di credito e carta di debito sono strumenti complementari, non sempre intercambiabili, e al giorno d’oggi praticamente irrinunciabili. Vediamo nel dettaglio cosa le differenzia e cosa le accomuna, tanto sotto il profilo dell’accesso a credito e servizi, quanto in merito a costi di gestione.

Carta di Debito o Bancomat

La carta di debito svolge le funzioni che per molti anni in Italia sono state esclusiva della carta Bancomat. Non è più sempre così, ma si continua a riferirsi ad essa come al Bancomat, sebbene in realtà molte banche forniscano carte di debito operanti anche sui circuiti Maestro, MasterCard Debit, Visa Debit, V-Pay o Postamat, per le carte emesse da Poste Italiane.  La carta di debito è la carta che ti permette di prelevare denaro, quello che hai in banca sul conto corrente, tramite sportello ATM (Automatic Teller Machine). Potrai fare acquisti e ottenere servizi presso esercizi commerciali, professionisti e autonomi dotati di terminale POS (Point of Sale, Punto di vendita) addebitando l’acquisto sul conto corrente collegato. 

Tutte le volte che utilizzi la carta di debito l’importo viene scalato dal saldo disponibile del conto corrente collegato. Ciò rende virtualmente impossibile spendere denaro che non si possiede. La carta di debito non garantisce alcun finanziamento o dilazione delle spese sostenute. Se il saldo disponibile sul conto collegato non è sufficiente a pagare l’importo la banca rifiuta l’addebito. Oltre ai servizi propri di una carta di debito oggi molte banche offrono funzionalità proprie delle carte di credito. La carta di debito si richiede alla banca presso la quale si apre il conto, può prevedere un canone annuale, di solito compreso tra 10,00 e 20,00 euro, o essere del tutto gratuita. 

Riassumendo, la carta di debito fornisce la possibilità di prelievo, pagamento e accesso ai servizi evoluti offerti dalla propria banca tramite ATM; come deposito, pagamento bollettini, tasse, abbonamenti, ricariche e, naturalmente, verifica saldo e operazioni su conto corrente.

differenza tra mastercard e visa
Mastercard

Carta di Credito

La prima e più importante qualità della carta di credito è l’essere dotata di un proprio conto di spesa, un fido indipendente dal conto corrente bancario a cui pure è associata. Ogni carta di credito opera su un circuito internazionale che le garantisce la possibilità di acquistare servizi e beni. I principali circuiti sono MasterCard, Visa e American Express.  Al momento dell’emissione la banca accorda al cliente un fido, un’autonoma linea di credito alla quale attingere ad ogni operazione effettuata con la carta. Il primo giorno di ogni mese il saldo di questo fido, eventualmente diminuito in seguito alle spese effettuate, viene automaticamente riportato al valore iniziale. L’ammontare della spesa totale effettuata con la carta nel corso di ogni mese sarà addebitata sul conto corrente associato alla carta il mese successivo. Oltre a queste funzionalità, molte carte prevedono meccanismi che ne incentivano l’uso con raccolte punti e vantaggi proporzionati alle spese effettuate. 

Come Richiedere una Carta di Credito e Quali Sono i Costi

Le carte tradizionali su circuito Visa e Mastercard si richiedono alla propria banca, laddove quelle su circuito American Express direttamente sul sito americanexpress.com. Le carte prepagate si richiedono alla propria banca o alla società emettitrice. Alcune sono in vendita nelle tabaccherie e negli uffici postali. Il costo dipende dal contratto con la banca o società emettitrice. Spesso è gratuita, almeno il primo anno. E non sono previsti interessi sull’esposizione mensile derivante dalle spese effettuate. I costi delle carte ricaricabili sono mediamente più alti, perché ricarica, prelievo e bonifici prevedono dei costi definiti da contratto. Inoltre, è quasi sempre previsto un costo di attivazione.

Carta di Credito Ricaricabile

Queste recenti carte di credito permettono di disporre della cifra precedentemente caricata tramite le modalità proprie della società emettitrice. Tutte le banche ne offrono almeno una ai loro clienti, ma anche diverse società finanziare e di servizi fanno altrettanto. Per contro, sono disponibili anche per chi non dispone di conto corrente. Inoltre quasi tutte le carte hanno un Iban associato, con cui fare e ricevere bonifici. 

Carte di Credito Revolving 

Al fianco delle carte tradizionali, le cosiddette carte con estinzione del debito a saldo, sono state introdotte in tempi più recenti le cosiddette carte revolving. Queste carte trasformano le carte di credito in veri e propri strumenti di finanziamento, permettendo di rimborsare il debito, scaturito dall’uso della carta, in comode rate. In tal caso i costi sono contrattualmente determinati dalla società emettitrice. Anche queste carte operano sui suddetti circuiti internazionali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here